Dal 1800 l’8 dicembre si omaggia con fiori la statua dell’Immacolata di Roma

La festa dell'Immacolata Concezione è una delle più importanti solennità della religione cattolica. Questa festività serve per celebrare il fatto che la Madonna sia nata senza essere macchiata dal peccato originale. 

La Vergine Maria è stata scelta da Dio per dare alla luce il suo Figlio. Per questa ragione, il Creatore ha fatto sì che questa Donna, fin dall'istante del suo concepimento, avesse il privilegio di essere priva della colpa originale. 

A differenza degli altri esseri umani, la Figlia dei Santi Gioacchino e Anna è allora benedetta e piena di grazia. 
A proposito di ciò, Papa Pio IX nel 1849 è costretto ad andare in esilio da Roma a Gaeta. Nella Capitale infatti si è appena stabilita, in seguito alla Rivoluzione Mazziniana, la Seconda Repubblica Romana. Questo stato ha una natura particolare, in quanto è estremamente massonico e anticristiano. 
Il Pontefice non riconosce in alcun modo la fondazione di questa Seconda Repubblica Romana, inoltre mal sopporta il suo allontanamento da Roma. Un giorno Pio IX si reca in una cappella, che è appunto dedicata alla Vergine Immacolata. Durante le sue preghiere, promette alla Madonna che, se fosse riuscito a ritornare nella Capitale e se in Europa si fosse ristabilito l'ordine cristiano sovvertito dalle varie rivoluzioni patriottiche, avrebbe preso una decisione importante. Il Pontefice avrebbe quindi scelto di impiegare tutto se stesso e tutte le sue energie nel rendere ufficiale il dogma dell'Immacolata Concezione. 
Finalmente, intorno al 1851, Papa Pio IX riesce a ritornare nella città di Roma. A causa di questa grazia, che è riuscito ad ottenere, costui si mette a lavorare alla stesura di uno straordinario documento. Questa bolla si intitola Innefabilis Deus e viene promulgata proprio l'otto Dicembre del 1854. Con questa bolla, Pio IX stabilisce ufficialmente appunto il dogma dell'Immacolata Concezione, secondo cui la Vergine Maria non è stata toccata dal peccato originale fin dall'attimo del suo concepimento.

E' giusto specificare che il dogma dell'Immacolata Concezione non ha nulla a che fare con il fatto che Maria abbia partorito il Cristo da Vergine. Questa festa vuole solamente celebrare il privilegio donato da Dio alla Madonna, grazie al quale questa Donna è priva della colpa originale.

Il dogma dell'Immacolata Concezione ha ricevuto una conferma proveniente dall'Alto dei Cieli. Quattro anni dopo, infatti, nel 1858, a Lourdes è avvenuto un evento straordinario ed eccezionale. La Madonna quindi è apparsa a Bernadette. Durante questa manifestazione, la Vergine si è presentata a Bernadette, comunicandole che Lei era l'Immacolata Concezione. Quest'affermazione è un'ulteriore conferma del fatto che la decisione presa da Pio IX, con la bolla dell'Ineffabilis Deus, sia stata giusta e certamente valida. 

Dal 1854 a Roma c'è la festa dell'Immacolata Concezione: la statua della Vergine viene omaggiata con dei fiori!

Con il suo documento ufficiale, Papa Pio IX ha stabilito quindi che l'8 Dicembre venga celebrata la festa dell'Immacolata Concezione da parte di tutti i fedeli cattolici.

Con la bolla dell'Ineffabilis Deus, il Pontefice prende pure un'altra decisione importante. Quest'ultimo comunica di avere intenzione di trovare un monumento in grado di rappresentare nella maniera corretta il dogma dell'Immacolata Concezione. 
Nel 1777 dunque nella Capitale si stanno svolgendo alcuni lavori, che hanno lo scopo di portare avanti una straordinaria opera di ristrutturazione del Convento delle Benedettine, che si trova in Campo Marzio. Durante questi lavori, viene portata alla luce un'imponente colonna in marmo, risalente al periodo dei Romani. La colonna è alta circa 12 metri e viene abbandonata vicino Montecitorio, in via Missione. Dopo la decisione di Papa Pio IX di trovare un monumento per celebrare la festa dell'Immacolata, si decide di utilizzare quella stessa colonna.

Il monumento viene quindi trasportato da via Missone a Piazza Mignanelli, che si trova vicino a Piazza di Spagna. Circa centinaia di criminali vengono selezionati per trasferire con le loro braccia il monumento romano, che viene poi benedetto e da quell'istante diventa la Colonna delll'Immacolata o Mariana.

L'architetto Luigi Poletti riesce ad erigere questo monumento, fasciandolo con alcuni cerchi di ferro e decorazioni di bronzo, in quanto il marmo cipollino di cui è costituito è estremamente rovinato e danneggiato.

Un grande scultore, di nome Giuseppe Obici, riceve il compito di realizzare la statua della madonna, che deve essere posta sulla Colonna Mariana. Secondo alcune testimonianze, si dice che l'artista abbia realizzato il simulacro della Vergine Maria, prendendo spunto dalla fisicità di sua suocera.

 L'Obici comunque crea una statua di Maria completamente in bronzo, che è alta circa 4 metri e che ha un peso pari a 20 mila libbre. Il simulacro deve essere posto alla sommità della colonna romana.

 Il giorno 8 dicembre del 1857 si svolge quindi, nei pressi di Piazza di Spagna, l'inaugurazione di questo monumento mariano, che è stato costruito soprattutto grazie al denaro sborsato dal sovrano Ferdinando II, che in quel periodo è il re di Napoli.

Papa Pio IX, accompagnato da numerosi Cardinali, e di fronte a parecchi fedeli, inaugura la Colonna dell'Immacolata. In quel momento circa 200 pompieri si mettono al lavoro e issano la statua della Vergine sulla sommità del monumento risalente al periodo dei Romani. In contemporanea, i vigili del fuoco posizionano ai piedi del simulacro della Madonna dei mazzi di fiori.

Successivamente, il Pontefice Pio XII, il giorno dell'Immacolata, invierà un mazzo di fiori per rendere omaggio a Maria. In seguito, lo stesso Giovanni XXIII andrà di persona in Piazza di Spagna, per far porre ai piedi della statua della Madonna della Colonna dell'Immacolata un cesto pieno di roselline bianche.

L'abitudine di omaggiare con dei fiori il simulacro della Madonna di Piazza Mignanelli, nel giorno dell'otto Dicembre, è stata fatta propria da tutti i Pontefici successivi. I fiori vengono posizionati sotto la statua della Vergine sempre dai vigili del Fuoco.

Il primo mazzo deposto sopra la colonna è sempre quello però dell'Ambasciatore della Spagna. 
La tradizione dei fiori dunque, pur avendo avuto inizio nel 1800, ancora persiste ed è stata tramandata fino ai giorni nostri.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Panama Garden, ideale per scoprire Roma grazie alla sua posizione strategica.

 

05/10/2017
immacolata concezione8 dicembrevergine mariacolonna marianagiuseppe obiciluigi polettimadonna di piazza mignanellipiazza mignanellipiazza di spagna

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. ok