Il fascino senza tempo di Calcata

Calcata è forse una delle mete più amate dai romani e dai turisti che visitano la Città Eterna. Situata in provincia di Viterbo ma a soli 20 minuti di auto da Roma Nord, Calcata si erge su una collina di tufo sulle sponde del fiume Treja ed è una località davvero suggestiva dove il tempo sembra essersi fermato. E' la meta ideale per una vacanza serena e all'insegna della natura e del buon cibo.

Cosa vedere a Calcata
Calcata è un minuscolo paesino che si trova immerso nel verde su un'altura di tufo. Esistono due Calcata: il borgo storico e la città nuova. Negli anni Trenta, infatti, il paese rischiava di sgretolarsi per la fragile base sulla quale era costruito e iniziò a spopolarsi mentre i suoi abitanti si spostavano nella città nuova costruita a meno di tre km. Solo negli anni Sessanta il borgo antico di Calcata iniziò a ripopolarsi in particolare di artisti che apprezzavano non solo il fascino a l'etmosfera del paese ma anche la possibilità di acquistare le case a buon prezzo e di poter creare e lavorare in totale serenità. Ancora oggi il borgo, con le sue casine strette e le vie che finiscono all'improvviso a picco sulla Valle del Treja, conserva quella suggestione e quel fascino antico. Tutta la vita del borgo si svolge intorno alla piazza principale dove si trova la Chiesa del SS. Nome di Gesù che è stata eretta nel secolo XIV e ristrutturata nel 1793. Secondo la leggenda, qui fu imprigionato un soldato lanzichenecco che durante il Sacco di Roma aveva trafugato presso la chiesa di San Giovanni in Laterano il Santo Prepuzio. Nascosta la reliquia fu ritrovata solo nel 1557 e da quel momento fu venerata con pellegrinaggi e indulgenze. All'esterno, a destra dello spiazzale della Chiesa, si trova una piccola piazzetta caratterizzata da tre troni di tufo dei quali nessuno conosce l'origine né il significato. Su questa piazzetta affaccia anche il Castello degli Anguillara, un palazzotto nobiliare con una bellissima torre ghibellina che fu la residenza dei signori locali. Se questi sono i due monumenti principali, Calcata però non manca di affascinare con la conformazione particolare del paese. E' infatti ricco di piazzette e terrazzini panoramici dai quali si può godere una bellissima vista su tutta la Valle e su fiume. Con un po' di fortuna si possono anche avvistare poiane e famiglie di cinghiali selvatici. Il suo fascino tipicamente medievale non mancherà di conquistare anche i visitatori più esigenti.

Cosa fare a Calcata
Essendo così piccola, Calcata non è certo il luogo che si visita per gite frenetiche e per un weekend denso di appuntamenti culturali. Il borgo di Calcata è piuttosto una meta che si preferisce per un weekend all'insegna del relax e della natura, un fine settimana insolito in una località dove il cellulare non prende bene ma dove non si avrà neanche voglia di consultare insistentemente il proprio smartphone. Se durante l'anno e la settimana Calcata è abitata da poco meno di 90 abitanti, nel weekend si trasforma e raccoglie tutti coloro che qui hanno voluto acquistare un piccolo rifugio ma anche i turisti che sempre più numerosi scoprono il fascino senza tempo di questo borgo della Tuscia. Proprio nel fine settimana Calcata si riempie di artisti di strada che qui trovano spettatori ideali per le proprie evoluzioni di musica, arte, ballo e giocoleria. Inoltre il piccolo borgo è ricco di botteghe artigiane che propongono alla propria clientela artigianato locale come gioielli, ceramiche, lavorazioni in legno e in cuoio e molto altro ancora. Un weekend a Calcata può anche essere all'insegna della buona tavola. I piccoli ristorantini che quasi sempre trovano posto all'interno delle grotte di tufo trasformate in abitazioni propongono una cucina a base di pasta fresca fatta a mano e salumi e formaggi locali davvero squisiti. Inoltre la pecora è la grande protagonista della cucina di questa zona del Lazio che sa bilanciare abilmente i sapori anche con l'uso di spezie e verdure di stagione. E cosa fare dopo una bella mangiata per digerire meglio? Naturalmente una passeggiata fra i vicoli di Calcata, magari fino a raggiungere il Museo della Civiltà Contadina dove sarà possibile scoprire un pezzo della nostra storia italiana grazie all'esposizione di manufatti e strumenti contadini impiegati nell'Agro Falisco nel corso degli ultimi duecento anni. Un'esperienza davvero incredibile.

I dintorni imperdibili di Calcata
Per la sua particolare conformazione logistica, il borgo di Calcata è totalmente immerso nel Parco Naturale della Tuscia. Un weekend qui, allora, non può che essere all'insegna della natura. Ai piedi di Calcata, infatti, si trova l'ingresso del parco che propone percorsi naturalistici che scorrono lungo un bellissimo tratto del fiume Treja. All'interno del bosco che circonda il fiume è anche possibile visitare il Museo Opera Bosco, un'sposizione permanente che ha visto luce nel 1996 per volere di Costantino Morosin e di Anne Demijttenaere che proprio nel bosco espongono quaranta delle loro opere artistiche realizzate rigorosamente con materiali naturali. Un'esposizione molto suggestiva che, a seconda delle condizioni della luce naturale, cambia completamente volto. Sempre all'interno del Parco Naturale della Tuscia si possono ammirare anche la Cascate di Monte Gelato. Si tratta di un tratto del fiume con una pendenza tale da creare delle piccole cascate, uno spettacolo improvviso all'interno del folto della vegetazione. Questa zona è la meta ideale per le escursioni all'inizio della primavera ma anche in estate perché è possibile non solo fare il bagno all'interno del laghetto naturale che si crea ai piedi della cascata ma anche fermarsi per un pic nic nelle aree appositamente attrezzate all'interno del parco. In alcuni periodi dell'anno si organizzano anche escursioni in bicicletta e altre attività grazie all'iniziativa delle tantissime associazioni che operano sul territorio. A breve distanza dal parco si trovano anche i resti di un antico tempio falisco.

Se si ha voglia di spostarsi ancora un pochino, da Calcata è possibile raggiungere anche la città di Viterbo, storica dimora di papi e di regnanti. Città dal sapore medievale, è famosa soprattutto per il Palazzo dei Papi con la storica loggia e le mura della stessa epoca. Il 3 settembre di ogni anno in città si svolge la suggestiva manifestazione della Macchina di Santa Rosa in onore della santa patrona.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo The Inn At The Roman Forum, una residenza di lusso nel centro di Roma dal design moderno.

02/08/2018
Borgo di CalcataParco Naturale della TusciaMuseo della civiltà contadina

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. ok