Storie di vino, sagre e nobili romani a Frascati

A pochi chilometri da Roma in direzione sud-est si ergono i Castelli romani, la cui frescura estiva , il buon vino e le molteplici sagre e i bellissimi laghi e le eleganti Ville nobiliari attirano molti romani dalla città e anche molti turisti. Da Frascati a Marino con il loro buon vino, da Castel Gandolfo col suo bel lago ad Ariccia famosa per la sua porchetta, da Nemi con le sue buonissime fragoline a Genzano famoso per il suo pane; tutti i paesi che si trovano qui sono assolutamente da visitare, in primis Frascati

1 Frascati e la sua storia
Il primo paese che si incontra sulla via Tuscolana è Frascati. Situato sulle pendici del Monte Tuscolo, Frascati si adagia intorno ai ricchi vitigni famosi anche all’estero. Frascati non è solo famosa per i suoi vigneti , essa era un’antica città i cui resti più antichi corrispondono alla villa di Lucullo di età repubblicana che poi passò nelle mani del marito di Agrippina, la madre di Nerone. Nel Medioevo la cittadina fu più volte conquistata e devastata da guerriglie tra potenti famiglie romane, come i Colonna, che si contendevano il suo possesso. Seguirono poi i Della Rovere, i Farnese, il duca cardinale Stuart di York. Lo Stato della Chiesa ha creato nel 1856 il tratto Roma-Frascati , il primo segmento ferroviario dello Stato della Chiesa. Frascati durante la Seconda Mondiale ha subito grandi distruzioni ma ora piano piano sta riacquistando il suo posto tra le più importanti cittadine da visitare sia per il suo patrimonio architettonico/artistico, sia per il suo buon vino e la cucina apprezzata sia dai romani che dai turisti.

2 Villa Aldobrandini
Villa Aldobrandini è la più monumentale e famosa delle sei Ville Tuscolane che si ergono nel comune di Frascati. Queste ville chiamate Tuscolane perché si trovano sul colle del Tuscolo , furono costruite dalle famiglie papali tra cinquecento e il seicento. Qui si trovano anche anche le ville Falconieri, Lancellotti, Sora, Torlonia, Tuscolana o Rufinella; altre due sono nel territorio di Grottaferrata (Villa Grazioli e Villa Muti) e due in quello di Monte Porzio Catone (Villa Mondragone e Villa Parisi). La Villa Aldobrandini si erge sulla sommità dell’omonimo parco che domina la piazza principale di Frascati . Era detta anche Villa Belvedere proprio per la sua posizione in cui si poteva dominare Frascati e vedere in lontananza Roma.
Nel 1550 Monsignor Alessandro Rufini aveva costruito qui una piccola villa sui resti di una villa romana. Essa fu rivenduta per debiti e finì nelle mani della Camera Apostolica.Papa Clemente VIII nel 1598 la regalò al nipote Pietro Aldobrandini in segno di gratitudine per aver riportato Ferrara sotto il potere papale.
Pietro Aldobrandini incaricò Giacomo Della Porta di ristrutturare completamente la villa per renderla un palazzo di rappresentanza. Successivamente vennero eseguiti da Carlo Maderno e Giovanni Fontana altri lavori riguardanti i giardini e le fontane e il Teatro delle acque , con un gioco d’acqua che purtroppo ora non è più in uso,. Nel 1683 gli Aldobrandini vendettero la Villa alla famiglia Pamphili e nel 1760 passò ai Borghese. Nel 1837 gli Aldobrandini riacquistarono finalmente la Villa che è tuttora di loro proprietà.

3 Cosa visitare
A Frascati non c’è solo la Villa Aldobrandini; interessante è la cattedrale di S.Pietro progettata dal Mascherino e terminata dal Fontana nel 1598, la Chiesa del Gesù con la falsa cupola trompe l’oeil di Andrea Pozzo, che ricorda la più famosa chiesa di Sant’Ignazio a Roma. Anche il Museo Civico è interessante per i reperti dell’antica Tusculum ( un’antica città risalente a un ‘età preromana). Da non perdere sono anche le Scuderie Aldobrandini : le scuderie sono un centro culturale caratterizzato essenzialmente dal Museo Tuscolano Mentre il primo piano è dedicato a mostre temporanee e conferenze , al piano terra si trova il Museo Tuscolano .

4 Il vino
Il vino di Frascati , il Frascati DOC è un vino da tavola molto apprezzato dai Romani ma ha la peculiarità e il vanto di essere stato molto amato dalla famiglia reale inglese e circa ottant’anni fa è entrato a far parte dell’enoteca di Buckingham Palace, enoteca nella quale sono conservati i migliori vini provenienti da tutto il mondo. Le sue origini risalgono probabilmente all’epoca della Roma imperiale .
E’ un vino dal colore paglierino e dal sapore delicato; ce ne sono di differenti tipologie:Secco, Asciutto, Amabile, Dolce, Superiore e Novello.
La sua etimologia ( e quindi anche il nome del paese stesso) deriva da "frasca" che era un ramoscello frondoso che gli osti mettevano fuori della porta della loro osteria , da cui il nome "fraschette" e "frascati" per il vino e successivamente per la città che le ospitava. Anche una visita alle "fraschette" è turisticamente molto interessante sia dal punto di vista enogastronomico che da quello folkroristico. Osterie e cantine sempre piene, clima gioviale, chiasso e canzoni romanacce fanno da sfondo a dei piatti indimenticabili:
- Panini con il meglio della norcineria locale, dalla Porchetta di Ariccia IGP al salame castellino, accompagnato dal pane di Lariano e di Genzano
-Primi piatti della tradizone romana come Cacio e Pepe o la pasta con i broccoletti romani. -Formaggi e prodotti caseari, freschi e stagionati, accompagnati da pane tostato, olio e marmellate e miele
-Piatti caldi come la famosa polenta bianca , polenta rossa e pane locale
Le fraschette le troverete in ogni paese dei Castelli , da Ariccia a Castelgandolfo, a Marino . Proprio a Marino consigliatissima è la sagra più importante dei Castelli, ovvero la Sagra dell'uva che si tiene a pochi chilometri da Frascati e che vi consigliamo di provare se vi trovate da quelle parti il primo weekend di Ottobre.
Fu istituita nel 1925 , in concomitanza della sagra si tiene la festa della Madonna del Rosario, celebrata per commemorare la vittoria della Santa Alleanza che nella battaglia di Lepanto del 7 ottobre 1571 sconfisse l'Impero Ottomano . Caratteristica principale della sagra di Marino è il "Miracolo del vino":nelle condutture delle fontane della città viene fatto scorrere vino .

5 I dolci
Passando poi ai dolci esistono tanti prodotti tipici come le ciambelline al vino, la ciambella degli sposi di Rocca di Papa e la pupazza frascatana . La pupazza frascatana è un tipico dolce di Frascati che al tempo veniva prodotto solo durante le feste di Natale e ora invece durante tutto l'arco dell'anno per far fronte all'aumentata richiesta sia italiana che addirittura straniera. E' un biscotto fatto con olio extravergine di oliva, farina,aroma di arancio e miele ( a volte le varianti possono contemplare anche cacao e cannella) alto 25 cm che riproduce una bambola con tre seni. Tutti questi dolci vanno gustati con un bicchiere di vino dolce. E' il vino il leit motiv di questi splendidi Castelli che nascondono bellezze architettoniche e paesaggistiche che lasceranno il turista senza fiato.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Ariston, il punto di partenza ideale per scoprire Roma!

31/05/2018
Comune di FrascatiVilla AldobrandiniFrascati DOC

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. ok