Uno scorcio particolare della città eterna dalla terrazza di Castel Sant’Angelo

Cosa vedere a Roma? In quale punto della Capitale si può avere una visuale davvero unica? Gli esperti consigliano di andare ad osservare uno scorcio particolare della Città Eterna dalla terrazza di Castel Sant’Angelo. A poca distanza dal Vaticano, infatti, la terrazza di questo monumento storico di Roma offre un panorama davvero spettacolare ed una visione della città suggestiva e romantica. Diversi tour operator vi consigliano questa tappa, ad esempio, per una gita con la persona che amate e per qualche momento di tranquillità in coppia. Immersi nella natura, in uno dei posti più ricchi di storia della città, potrete farvi avvolgere dai profumi e dai colori di Roma e intraprendere un'esperienza unica nel suo genere. La Capitale non potrà apparirvi più bella di così. La terrazza di Castel Sant'Angelo pare, inoltre, essere il luogo più adatto per fermarsi a meditare o per cercare di rimanere un po' da soli e ritrovare una certa pace interiore.

Cosa vedere a Roma: Castel Sant'Angelo
Prima di arrivare alla bellissima terrazza dell'Angelo o terrazza di Castel Sant'Angelo dovrete, però, visitare questo monumento che per quasi duemila anni è stato protagonista della storia di Roma. Castel Sant'Angelo nacque, nel 123 dopo Cristo, inizialmente come puro e semplice sepolcro per l’imperatore Adriano. Negli anni successivi subì numerose trasformazioni e le sue destinazioni d'uso divennero innumerevoli. Fu, ad esempio, un avamposto fortificato, un carcere, ma anche una dimora rinascimentale. Solo dopo divenne uno splendido museo.

Le sue mura possono pertanto raccontare tante storie ed affermare con certezza cosa accadde nel passato. Dai sotterranei alle logge, dalle scale ai cortili, fino alle lussuose stanze: ogni elemento architettonico, ogni stanza, ha una sua storia. Visitando Castel Sant'Angelo vi ritroverete a passare attraverso il cortile delle fucilazioni e successivamente potrete ammirare le storiche prigioni che ospitarono i numerosi galeotti dell'epoca. La visita alla cappella dei SS. Cosma e Damiano sarà per voi un'altra tappa fondamentale così come, se ci andrete insieme alla persona che amate, anche la Sala di Amore e Psiche.

Castel Sant'Angelo: l'origine del nome
Si pensa che il nome di Castel Sant'Angelo derivi da un'apparizione miracolosa durante la peste del 590. Si narra, infatti, che durante una processione papa Gregorio Magno vide un angelo intento a riporre la spada e lesse quel gesto come l'annuncio della fine della peste. Per questo motivo, sulla terrazza del castello venne posta una statua in legno. Essa fu sostituita e rifatta in più versioni: dapprima in marmo e poi in bronzo. Così come Castel Sant'Angelo perfino la statua subì nel tempo numerose trasformazioni.

La terrazza dell'Angelo: caratteristiche
La vostra visita potrà concludersi, così, nel migliore dei modi sulla terrazza di Castel Sant'Angelo. Il panorama vi lascerà senza parole, soprattutto nell'ora del tramonto. Prima di osservare Roma, però, dovrete dedicare la vostra attenzione anche alla statua di bronzo dell’Angelo, simbolo dell’intero complesso. Proprio questa statua insieme alla campana dei condannati contribuiscono a rendere ancor più particolare l'atmosfera della terrazza dell'Angelo.
La campana non suona più, ma in passato il suo rintocco era l'annuncio delle esecuzioni capitali che di lì a poco avrebbero avuto luogo nel cortile delle fucilazioni. Di questo si parla, con Castel Sant'Angelo a far da sfondo, nella Tosca di Giacomo Puccini. Nel dramma, infatti, Tosca si getta dagli spalti dopo aver assistito alla fucilazione dell'amato Cavaradossi e si toglie la vita proprio perché non potrebbe più vivere senza di lui.

Terrazza di Castel Sant'Angelo: le trasformazioni della statua dell'angelo
La prima statua, realizzata in legno, si ruppe per colpa dell'usura. La seconda statua dell'angelo realizzata in marmo, invece, fu distrutta nel 1379 durante un assedio. Nel 1453 venne posta sulla terrazza un'altra statua. L'angelo era realizzato in marmo, ma le sue ali erano di bronzo. Nel 1497, però, un fulmine fece esplodere la statua e la frantumò. Si decise di farne pertanto una nuova in bronzo dorato, ma nel 1527 l'angelo fu fuso per poter costruire dei cannoni. Successivamente arrivò una statua in marmo con le ali di bronzo realizzata da Raffaello da Montelupo posta attualmente nel Cortile dell'Angelo. Solo nel 1753, Peter Anton von Verschaffelt realizzò la statua attuale che venne poi restaurata circa trent'anni fa.

Come arrivare alla terrazza di Castel Sant'Angelo
Come si arriva alla terrazza di Castel Sant'Angelo? Ebbene è impossibile non vedere Castel Sant'Angelo. Il monumento si erge sulla sponda destra del Tevere di fronte al ponte Sant'Angelo nel rione di Borgo. Il castello è collegato al vicinissimo Stato del Vaticano attraverso il corridoio fortificato del passetto ristrutturato e riaperto al pubblico nel 2000 in occasione del Giubileo. Visitando tutto Castel Sant'Angelo e scoprendone l'intera storia potrete poi arrivare alla terrazza e lasciarvi togliere il fiato da una panorama spettacolare. Nei giorni di sole, in cui il cielo è completamente terso, potrete ammirare tutta Roma ed avere un punto di vista molto particolare sulla Città Eterna. Non è detto, infine, che le coppie di innamorati, immersi in questa atmosfera così suggestiva, non possano beneficiare della magia del luogo decidendo di consacrare il proprio amore.

Per raggiungere Castel Sant'Angelo potrete utilizzare la linea A della metropolitana. Le fermate consigliate sono: Lepanto, Ottaviano-San Pietro.
Se invece volete prendere l'autobus le linee che vi arrivano sono 62, 23, 271, 982, 280 mentre la fermata in cui dovete scendere è Piazza Pia. Per la linea 34, invece, la fermata è via di Porta Castello mentre per le linee 49, 87, 926, 990 dovrete scendere al capolinea di Piazza Cavour o alla fermata via Crescenzio.
La visita può essere effettuata tutti i giorni dalle 9.00 alle 19.30, ma la biglietteria chiude alle 18:30 circa.
Il costo del biglietto intero è di soli dieci euro mentre quello ridotto di cinque euro. La prenotazione è consigliata per i gruppi superiori a venti.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Ariston, il punto di partenza ideale per scoprire Roma!

30/04/2018
Castel Sant AngeloPanorami RomaTerrazza Castel Sant AngeloTramonti Roma

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO