Piazza Venezia, il “Centro” per partire alla scoperta di Roma!

Una vacanza a Roma riserva sempre mille sorprese e anche i luoghi più noti visti mille volte, possono trasformarsi in una novità da scoprire, andando a fondo della storia e del ruolo che hanno rivestito per questa città.

Uno di questi luoghi è Piazza Venezia, crocevia di alcune delle strade più importanti e affascinanti della capitale, da cui potete partire alla scoperta di Roma.

Piazza Venezia e la sua storia
Piazza Venezia è uno dei tanti luoghi che nei secoli ha subito diversi rifacimenti, per adattarla al ruolo che oggi ricopre e che è tanto centrale quanto celebrativo della città e del resto del Paese.
La sua forma, nonostante gli interventi di risistemazione, sia antichi che recenti, non è del tutto regolare ma pressoché ellittica e qui si incontrano alcune tra le vie più importanti della capitale.
Se si guarda la piazza dall'Altare della Patria, si potrà notare che infondo si trova la prestigiosa via del Corso che arriva fino a Piazza del Popolo, mentre sulla destra c'è lo sbocco di via Nazionale e la stupefacente via dei Fori Imperiali, da dove allungando lo sguardo si scorge l'affascinante profilo del Colosseo.

Sulla parte sinistra si trova l'imponente scalinata del Campidoglio e quella dell'Aracoeli, mentre superato Palazzo Venezia si apre via del Plebiscito.
Sempre sul lato sinistro c'è Piazza San Marco e la sua basilica, e continuando a camminare si arriva all'antichissimo Teatro Marcello.
L'estensione della piazza come la vediamo oggi ha richiesto la demolizione quasi di un intero quartiere, con edifici di epoca sia medievale che rinascimentale. Le stesse demolizioni sono avvenute a cavallo tra '800 e '900.
I palazzi abbattuti, tra cui in particolare quello Bolognetti-Torlonia, si trovavano lungo la stessa linea dove oggi comincia via del Corso, quindi dimezzavano di fatto l'area delimitata dalla piazza.

Il Bolognetti-Torlonia era uno dei più maestosi palazzi dell'epoca e fu soggetto ad abbellimenti di rara sontuosità, tanto che per l'epoca era considerato non solo una residenza aristocratica, ma un vero riferimento museale per le opere d'arte e gli affreschi in esso contenuti. Tra gli architetti che avevano realizzato le sue opere c'era lo stesso Canova. Al posto dei palazzi demoliti fu eretto in particolare il Palazzo delle Assicurazioni Generali nei primi '900, che nello stile rispecchia quasi del tutto fedelmente lo stesso dirimpettaio Palazzo Venezia, compresa la torre, non più merlata.
I palazzi furono quindi demoliti per aprire la visuale verso il Vittoriano, il monumento celebrativo di marmo bianco in omaggio al Re Vittorio Emanuele II, la cui statua a cavallo bronzea e alta 12 metri troneggia ancora al centro del monumento.

La costruzione del Vittoriano richiese diversi anni: fu avviata nel 1885 dietro progetto dell'architetto Giuseppe Sacconi e completata, dopo la sua morte, solo nel 1911 dagli architetti Kock, Manfredi e Piacentini.
Dopo la I Guerra Mondiale, il Vittoriano subì un rifacimento per accogliere la salma del Milite Ignoto, che fu portata qui con tutti gli onori di Stato nel 1921. Ancora oggi, a custodia di un simbolo del sacrificio di giovani vite, ci sono sempre 2 militari a vegliare su quello che è diventato di fatto uno dei sacrari d'Italia, con una fiamma che non si spegne mai.

Alcune curiosità su Piazza Venezia a Roma
A Piazza Venezia a Roma sono passati nomi illustri fin dall'epoca medioevale e riguardano papi, musicisti, artisti e intellettuali. Palazzo Venezia, uno degli edifici che non è stato neppure sfiorato dalle demolizioni, fu costruito nel '400 e il nome della stessa piazza si deve al trasporto dalla città di Padova, allora sotto il dominio della Serenissima, di una statua raffigurante il leone di San Marco.
Inoltre, quando Venezia passò sotto il dominio austriaco, proprio lo storico Palazzo medioevale divenne la sua ambasciata in Italia.
Il Papa Paolo II scelse Palazzo Venezia come sua residenza e dallo stesso balcone nel '400 amava osservare la corsa dei cavalli "barberi", che si svolgeva lungo tutta via del Corso e terminava in quella che ancora era una piazza di ridotte dimensioni rispetto ad oggi. Queste corse si svolgevano tradizionalmente durante il periodo di Carnevale e i cavalli venivano fermati mettendogli davanti un enorme telo bianco, "braccati" dagli stallieri che dimostravano tutto il loro coraggio e l'abilità di istruttori equestri.
Nello stesso Palazzo Venezia tenne un concerto un giovanissimo Mozart di soli 14 anni, al quale assistette lo stesso Papa.
Il balcone dal quale il pontefice ammirava la corsa dei cavalli divenne simbolo del periodo fascista, con le immense adunate che richiamava Mussolini. Da qui tenne i suoi storici discorsi e scelse il palazzo non a caso nel cuore di Roma come sua residenza, stabilendo il suo l'ufficio nella "sala del Mappamondo", riccamente decorata e con un enorme caminetto fatto costruire in seguito.
Altri personaggi storici si trovarono in questa bellissima piazza, tra cui Gabriele D'Annunzio, nello stesso periodo fascista, che amava frequentare il famoso Caffè Faraglia, situato dove oggi c'è la sede di una banca all'angolo con via Cesare Battisti. Rimase nella storia il banchetto che diede proprio nello stesso caffè, in occasione di una prima teatrale al non lontano Teatro Argentina.
Purtroppo però lo storico Caffè Faraglia disturbava Mussolini, in quanto punto di riferimento di intellettuali e nuove idee politiche, tanto da farlo chiudere definitivamente nel '33. Piazza Venezia è stata anche teatro di molti film, tra cui tra cui ''To Rome with Love'' di W. Allen, ''Vacanze romane, di W. Wyler e "Il Vigile", magistralmente interpretato da un romano D.o.c come Alberto Sordi, che proprio dal centro della piazza dirigeva il caotico traffico della capitale.
Oggi la famosa pedana è stata tolta, ma rimane nell'immaginario collettivo come una caratteristica "moderna" della bella piazza capitolina.
Piazza Venezia e i Fori Imperiali sono il teatro ogni anno della sfilata delle Forze Armate in occasione della festa della Repubblica, il 2 giugno. La sfilata termina proprio in Piazza Venezia, con il Presidente della Repubblica e il Ministro dell'Interno in carica a bordo della storica Lancia Flaminia.

Da Piazza Venezia alla scoperta di Roma
Lo stesso Palazzo Venezia ospita un prestigioso Museo che si può visitare tutti i giorni con visite guidate sia in lingua italiana che inglese.
Il Vittoriano su entrambi i lati ospita periodicamente delle mostre di artisti importanti e con temi che riguardano la stessa storia d'Italia. Al suo interno si possono ammirare i cimeli delle gesta dei Mille, lo stesso stivale che testimonia la ferita di Garibaldi sull'Aspromonte, e tanto altro ancora. Salire sulla sommità del Vittoriano, in corrispondenza del colonnato, vi assicurerà una vista mozzafiato su tutta la città.

Basta incamminarsi su via dei Fori Imperiali per calarsi nei fasti della Roma antica, perdendosi a guardare dalla terrazza gli scavi, che testimoniano l'arte e la grandiosità dell'impero più grande di tutti i tempi.
Il culmine di via dei Fori Imperiali, che oggi è stata completamente pedonalizzata, è il Colosseo.
Se ci si trova a Roma, non può mancare la visita a una delle sette meraviglie del mondo antico, e anche in questo caso, si rimane stupiti da come si sia mantenuto fino ai giorni nostri.
Si riesce a percepire quello che accadeva al suo interno e le stesse mura parlano di battaglie, gladiatori, imperatori e della vita che conducevano gli antichi romani nei loro momenti di svago.
A poca distanza si trova l'entrata dei Fori Imperiali, che si possono visitare con le audio guide o con la prenotazione di una guida turistica.
Di ritorno non può mancare una visita al colle del Campidoglio e alla chiesa di Santa Maria in Aracoeli. Per lo shopping via del Corso è l'ideale, tra innumerevoli negozi e boutique che faranno la felicità delle donne.
Proprio da una delle numerose traverse di via del Corso ci si può addentrare per le vie del centro, alla scoperta dei monumenti più significativi della città, come la Fontana di Trevi di recente riportata al suo antico splendore.
Nessun turista si sottrae al rito di gettare la monetina nelle acque della fontana monumentale settecentesca, per avere la certezza di tornare nella Città eterna.
Proseguendo verso sud-est si arriva davanti al Palazzo del Quirinale, con il suo obelisco e una vista panoramica su Roma, dove svetta anche la cupola della basilica di San Pietro. Per chi vuole, alle 6 di sera può assistere al tradizionale cambio della guardia, molto apprezzato dai turisti ma anche dai romani, che considerano questa piazza e il Palazzo come la loro "casa".
Non distante si possono visitare le splendide Scuderie del Quirinale, che di solito sono aperte ogni prima domenica del mese.
C'è anche un'apertura straordinaria e gratuita il 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo The Inn At The Roman Forum, una residenza di lusso nel centro di Roma dal design moderno.

18/08/2017
piazza veneziaaltare della patriavia del corsovia nazionalefori imperialefori imperialicolosseocampidoglioaracoeliteatro marcellomilite ignotomozartalberto sordicampidoglioquirinale

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni. ok