Rivivi tutto il fascino degli antichi Fori Romani con l’avveniristico spettacolo a cura di Piero Angela.

I Fori Imperiali di Roma rivivono grazie a un'iniziativa culturale del comune di Roma in collaborazione con Piero Angela, noto divulgatore scientifico,del fisico Paco Lanciano e della Sovrintendenza ai Beni culturali della capitale.
L'allestimento di un avveniristico spettacolo si è servito di proiezioni, filmati e della voce in cuffia dello stesso Angela, che accompagna i visitatori in 2 percorsi che riguardano il Foro di Cesare e quello di Augusto.

Il fascino degli antichi Fori Imperiali
Chi di voi non ha immaginato di poter percorrere i fori imperiali per rivedere i fasti dell'antica Roma, come in una sorta di ologramma?
Il progetto, ribattezzato "archeoshow", si avvicina molto a questa rappresentazione "dal vivo" di quello che accadeva nei fori di Giulio Cesare e di Augusto, 2 imperatori che hanno lasciato il segno nella storia di Roma e l'hanno elevata al massimo splendore.
L'esperienza che potrete intraprendere fino al 17 novembre 2017 si chiama, appunto, "Viaggi nell'antica Roma", alla quale ha collaborato, oltre a Piero Angela e Paco Lanciano, anche Gaetano Capasso. Il 2017 sarà il 3° anno in cui si potranno visitare i fori con questa formula del tutto nuova e con una guida turistica d'eccezione.
I visitatori, infatti, indosseranno una cuffia con la quale potranno ascoltare la voce narrante di Piero Angela, guidati dal personale che vi indicherà l'itinerario da seguire per assistere a questo spettacolo unico.
Negli anni passati sono state decine di migliaia i visitatori che hanno apprezzato il viaggio nell'antica Roma e anche quest'anno potranno continuare con gli effetti speciali, le proiezioni e altri ritrovati tecnologici, che fanno "parlare" ogni pietra.

In effetti a Roma ogni luogo dove si scava rivela sempre qualcosa e in questo caso la scoperta dei fori imperiali si deve a una squadra di almeno 1500 muratori e operai, che furono incaricati di abbattere un quartiere intero, per aprire la via che oggi è la più affascinante al mondo.
La realizzazione di via dei Fori Imperiali si vede anche attraverso filmati dell'epoca, che testimoniano l'immane sforzo mai tentato prima di scavare in profondità, per riportare alla luce qualcosa di grandioso. Il livello dell'antica Roma, infatti, si trova anche a 20 metri sotto il livello stradale e non si potevano usare escavatori o altri mezzi invasivi, per non danneggiare eventuali ritrovamenti, come è poi accaduto.

Lo strepitoso successo di pubblico è dovuto anche alla possibilità di ascoltare la narrazione in ben 8 lingue diverse, che lo stesso Angela parla correntemente e che sono inglese, francese, cinese, giapponese, tedesco, russo, spagnolo e, ovviamente, italiano.
La narrazione è accompagnata dalla musica che crea l'atmosfera giusta, per rendere profondamente partecipe lo spettatore.

Le ricostruzioni del viaggio nell'antica Roma in 3D
L'aspetto rivoluzionario è la ricostruzione in 3D di ambienti che riguardano i 2 imperatori, in un crescendo emozionale che catapulta il partecipante nella vita della Roma di più di 2000 anni fa.
I luoghi, grazie alle luci e alle proiezioni, sono stati ricostruiti fedelmente, esattamente come fa un computer con la realtà virtuale. Tutte le informazioni riportate e le spiegazioni sono scrupolosamente documentate e hanno un valore scientifico di altissimo livello.

Viaggio nel Foro di Cesare
Nell'antico foro di Giulio Cesare si accede da via dei Fori Imperiali ,avviando l'esperienza archeologica a partire da quelli che sono i resti del Tempio di Venere. Giulio Cesare lo fece costruire per celebrare la sua vittoria contro Pompeo.
È proprio in questa ambientazione che le immagini scorreranno mostrando la vita quotidiana degli antichi romani, mentre passeggiano, fanno acquisti, si recano nelle caserme, in senato, lungo i portici.

Lo spettacolo estremamente suggestivo continua con la vista di uffici, negozi, mestieri, come quello del cambio di moneta, detto "nummulario". Si tratta delle cosiddette "tabernae", il cuore pulsante dell'antica Roma.
Nel foro non mancavano neppure i luoghi di ritrovo, come la piazza, ma anche esercizi di pubblica utilità, come i bagni pubblici, di cui sono rimaste delle tracce.

Come spesso è accaduto nella storia di Roma, anche Giulio Cesare per edificare il suo foro dovette demolire interi quartieri e questo suo progetto ebbe un costo elevatissimo in denaro. Famoso è il nuovo Senato fatto costruire dall'imperatore, di cui ancora oggi si possono ammirare i resti e che tutto sommato si mantiene in buono stato.
Al tempo era chiamato curia e durante il vostro viaggio nei Fori Imperiali potrete vederlo ricostruito, insieme a tutti i senatori e i triumviri che al suo interno si trovavano a discutere dei problemi di una città assai popolosa e di un impero che continuava ad estendersi in maniera tentacolare.

La città di Roma al tempo di Cesare contava qualcosa come più di 1 milione di abitanti, con un numero che rimase ineguagliato per quanto riguarda l'antichità.
Nei filmati e nelle immagini si potrà vedere che il ruolo del Senato non era più quello predominante del passato ed è in questo frangente che Cesare capisce di poter acquisire e accentrare il potere nelle sue mani.
Si tratta di un'occasione unica per poter conoscere questo personaggio enigmatico, geniale e grande stratega, che tuttavia finì la sua vita assassinato.
La figura di Giulio Cesare viene rappresentata come quella di un grande condottiero, oltre che di un politico raffinato, capace di accattivarsi consensi allo stesso modo dell'odio sconsiderato dei suoi nemici.

Il foro di Augusto
Il Foro di Augusto si trova invece sulla via Alessandrina e potrete notare come alcuni dei marmi che rivestivano le costruzioni sono ancora intatti. L'imperatore fece in modo di essere celebrato quasi come una divinità, facendo innalzare nei pressi del Tempio di Marte Ultore una sua statua alta ben 12 metri.

Anche per il foro di Augusto ci saranno rappresentazioni sceniche di grande effetto, con luci, musica, suoni evocativi, che faranno comprendere lo spessore della personalità di questo imperatore romano.
Nella storia è ricordato come colui che garantì a Roma un periodo aureo, di grandi conquiste e di benessere. Sotto il suo regno Roma raggiunse la massima estensione dell'impero, toccando le coste del nord Africa e arrivando fino all'attuale Regno Unito. Non era esclusa parte dell'Asia Minore e del Medio Oriente. Di questa espansione rimangono tracce architettoniche e urbanistiche ancora oggi visibili, che testimoniano, esattamente come accade nei fori imperiali, l'intensa attività militaresca dei romani.

Come suggerisce Piero Angela non hanno solo conquistato immensi territori, ma anche portato il loro sapere, la capacità ingegneristica e militare, il diritto, la filosofia, l'arte, che non hanno avuto eguali. La cultura dell'antica Roma è ancora oggi un vanto degli italiani, che sono riconosciuti in tutto il mondo per il loro genio creativo, proprio come gli abitanti dell'antica Roma.
Anche Augusto volle celebrare i suoi successi con la creazione di un foro dove gli abitanti si potessero incontrare e dove la vita dell'antica Roma scorreva nel tipico caos di una città estremamente viva e laboriosa.
Roma con Augusto divenne famosa anche per i giochi e la capacità di divertirsi, che era una prerogativa di questo popolo, sicuro della sua forza e del suo potere.

Informazioni utili per la visita notturna ai Fori Imperiali
La visita ai Fori Imperiali necessita dell'acquisto di un biglietto, che si può trovare direttamente in loco, oppure potete acquistarlo online, sul sito dell'evento.
Le date per le visite cambiano orario con il cambio di stagione, quindi nel mese di luglio e agosto, per esempio, andranno avanti rispettivamente dalle 21 e dalle 20.40 fino alle 23.40.
A novembre invece l'orario disponibile per le visite sarà dalle 19 alle 21.

La visita che riguarda il foro di Cesare avrà una durata approssimativa di 55 minuti e ognuna partirà dopo 20 minuti di pausa, mentre quella al foro di Augusto dura 40 minuti.
Nella prevendita il biglietto avrà il costo maggiorato di un 1 euro. Nel caso in cui la visita prenotata o acquistata venga sospesa per condizioni meteorologiche avverse, potete richiedere il rimborso del biglietto direttamente nella pagina ufficiale, scorrendo fino alla fine della home page. In alternativa potete anche spostare la visita. Nel caso di ritardo non è certo che possiate partecipare alla visita successiva.

Il costo del biglietto è di 15 euro, mentre quello ridotto è di 10 per alcune categorie, come i militari, le guide turistiche professionali o i giornalisti iscritti all'Ordine. La gratuità è riservata ai giovani con meno di 26 anni e gli anziani con più di 65, in aggiunta ai portatori di handicap con accompagnatore e un'invalidità minima del 74%.

Da segnalare che i fori sono accessibili ai diversamente abili grazie alla costruzione di una passerella che permette anche di effettuare entrambe le visite nella stessa sera in continuità.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo The Inn At The Roman Forum, una residenza di lusso nel centro di Roma dal design moderno.

31/08/2017
fori romanipiero angelapaco lancianoarcheoshowgiulio cesareaugustoviaggi nell antica romaroma 3dfori imperialitempio di venere

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Informazioni. ok