Anzio una delle più belle località turistiche balneari del Lazio

Anzio è una località a pochi chilometri da Roma, che unisce mare, natura e storia. Comodissima da raggiungere dalla capitale, la posizione geografica privilegiata ed il clima gradevole e mite per gran parte dell’anno ne fanno una meta tra le più rinomate della costa tirrenica.
Anzio è stata meritatamente premiata con la Bandiera Blu, sinonimo di qualità e purezza dell'acqua. Il mare è fresco, limpido, quasi sempre molto basso, e troverete svariate tipologie di spiagge adatte a tutte le esigenze. Gli stabilimenti sono estremamente ampi, attrezzati e offrono, così come gli alberghi, servizi di eccellenza che rendono Anzio una capitale dell’accoglienza ed una delle più belle località turistiche e balneari del litorale laziale, celebrata anche nel capolavoro cinematografico di Fellini Amarcord.

Le prime attività umane ad Anzio risalgono addirittura al neolitico; fu uno dei centri politici e culturali più significativi del popolo dei Volsci, per poi legare la sua storia a quella del nascente stato romano.
La caduta dell’impero diede inizio ad un lungo periodo di decadenza e abbandono durante il medioevo, ma l'abitato ritrovò slancio grazie alla costruzione del porto, fortemente voluta da Innocenzo XII nel '600. La sua vocazione balneare e l’apprezzamento crescente dei visitatori si intravide chiaramente già all’inizio del secolo scorso. La cittadina aveva però ancora un tributo da pagare alla storia: il suo litorale fu protagonista di una delle più sanguinose e note operazioni navali degli Alleati durante la Seconda Guerra Mondiale, con giornate di aspri combattimenti con le truppe tedesche occupanti.

Riserve naturali, parchi e giardini fanno di Anzio una perla della costa laziale
Soggiornare ad Anzio vuol dire trascorrere giornate all’insegna del benessere e della scoperta di scorci naturali lontani dal caos del turismo di massa. La "Riserva Naturale Regionale di Tor Caldara" riproduce un piccolo, delizioso angolo di paradiso nel bel mezzo di un’area segnata da notevole urbanizzazione, e quanto resta dell’antica foresta di Nettuno. Una zona particolarmente rilevante dal punto di vista naturalistico ed idrogeologico, ricca di flora tipica della macchia me
diterranea, fauna selvatica e avifauna (si trova nel bel mezzo di importanti rotte migratore). A pochi chilometri da Anzio potrete immergervi nei Giardini della Landriana, una occasione per ammirare l’esplosione di fiori, profumi e colori di questa meravigliosa oasi a due passi dal litorale romano. Lo spazio verde, nato grazie alla passione per la botanica della Marchesa Lavinia Taverna, disegnato e riorganizzato da Russell Page, è articolato su una serie di giardini a tema da cui deriva il nome della tenuta.
Un’altra piacevolissima escursione che avrete la possibilità di effettuare è presso la Riserva naturale provinciale della "Villa Borghese di Nettuno", costruita nel 1674 ed in seguito passata alla famiglia Borghese. La posizione panoramica e la sua architettura che ricorda "un piccolo castello turrito", con spigoli decorati a bugnato, un parco storico del diciassettesimo secolo in cui è inserito un giardino di gusto rinascimentale, la rendono un prezioso gioiello quasi nascosto nel cuore della costa laziale. Come presenze faunistiche sono da segnalare soprattutto diverse specie di uccelli migratori, come gli assioli, oltre a civette, barbagianni, verdoni, cardellini, capinere, merli.
Il "Lido dei Gigli" ospita una flora costituita da una pineta, estesa fino alle dune di sabbia che ospitano piante selvatiche della "famiglia delle Liliaceae", ispiratrici del nome alla località, perché volgarmente chiamate "gigli di mare". Recentemente, con l’obbiettivo dichiarato di proteggere il verde dell'area, è stato costituito un parco popolato da arbusti di moraceae, alberi di lecci, sugheri, aceri e pini mediterranei.

La villa di Nerone ed il Museo dello Sbarco di Anzio
Anzio, oltre che con mare e natura, vi sorprenderà col suo vasto patrimonio storico, artistico e culturale. Luogo di nascita di due imperatori della dinastia giulio-claudia, è particolarmente legata alla figura di Nerone. Nel borgo infatti è presente un celebre complesso archeologico, che comprende l'area dei magazzini portuali conosciuti come "grotte di Nerone", costruzioni in laterizi sotto la rotonda-belvedere, ed i ruderi della Villa di Nerone, un tempo estesa su un fronte di ottocento metri a picco sul mare, con terrazze, criptoportici e un'esedra restaurata da Adriano.
La villa è contraddistinta da numerosi stili architettonici ed edilizi, figli delle continue modifiche e ristrutturazioni a cui è stata sottoposta nelle varie epoche della storia romana. Essa si articolava in padiglioni, terme, giardini, fontane, terrazzi, e nella "fase adrianea" vide la realizzazione di una serie di padiglioni distaccati dal corpo centrale della villa. Alla "fase severiana" appartengono invece le terme, di cui oggi resta ottimamente conservato il calidarium.
Tappa immancabile è una visita al Museo dello Sbarco di Anzio, inaugurato in occasione del cinquantesimo anniversario, il 22 gennaio 1994. Quattro sezioni dove, oltre all’esposizione di uniformi, armi, decorazioni, documenti, piani di battaglia, foto di veterani, vi è una autentica, emozionante ed istruttiva rivisitazione storica, intesa come "esaltazione della pace e condanna della guerra". Nel 2004 La città di Anzio ha ricevuto direttamente dal Presidente della Repubblica la prestigiosa onorificenza della "Medaglia d’Oro" al Merito Civile per l’eroismo e l’abnegazione con cui i cittadini seppero sopportare privazioni e sofferenze di quei giorni ancora vivi nella memoria collettiva.

Anzio tra spiagge dorate e sapori d’autore
Meta privilegiata per vacanze in riva ad un mare azzurro e limpido, Anzio offre una vastissima scelta di spiagge dove godersi il sole e ritemprarsi. Tra le più belle consigliamo Tor Caldara, ampia, lunga, con morbida sabbia dorata, bordata da dune, lambita da un mare trasparente e azzurro dai fondali sabbiosi e che digradano dolcemente, perfetti per la balneazione e con caratteristiche sorgenti di acqua sulfurea sottomarine.
Da sempre la cucina di mare anziate attira turisti e buongustai, grazie alla sua freschezza ed al legame con i sapori propri della tradizione romanesca, declinata però sul pesce, quello "povero" in particolare. Attualmente l’offerta di ristorazione si presenta ampia, rinnovata, alleggerita, molto attenta al vino, una vera e propria meta gourmet di questo tratto di litorale tirrenico. Una squisitezza è la "zuppa di pesce alla portodanzese", preparata con seppie e polpi rosolati in un soffritto di olio, aglio e peperoncino, annaffiata con vino e arricchita dall’aggiunta di alici salate, pomodori, cozze e vongole.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Panama Garden, ideale per scoprire Roma grazie alla sua posizione strategica.

14/05/2018
Anzio LazioGiardini della LandrianaVilla Borghese di NettunoRiserva Naturale Regionale di Tor caldaraVilla di NeroneSbarco di Anzio

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO

icona newsletter rome hints

Iscriviti alla nostra mailing list!

* Campi obbligatori

Accetto la Privacy Policy

chiudi