Curiosità su Roma: il Tridente romano, lusso, eleganza e arte

Esistono luoghi che sanno regalare ai loro visitatori emozioni del tutto speciali; Roma è una città poliedrica dalle molteplici facce che è in grado di racchiudere in sé, in maniera quasi del tutto inaspettata molteplici aspetti che la rendono una meta unica ed originale. A Roma esistono spazi che sono in grado di contenere un vastissimo repertorio della bellezza italiana; ci sono luoghi, infatti, che riescono ad essere contemporaneamente ricchi di bellezze architettoniche, di magnifiche opere d'arte, centri nevralgici del potere e, molto, più prosaicamente, luoghi ove trovare la migliore espressione del lusso e dell'opulenza. Il Tridente romano è il prototipo più simbolico di tutto ciò; è la sintesi perfetta della bellezza di Roma capitale.

Il Tridente Romano
Con il nome di Tridente Romano, si suole identificare una zona viaria del centro storico di Roma che ha il suo apice nella celeberrima Piazza del Popolo dalla quale dipartono tre ampie vie rettilinee che proseguono in direzione meridionale dando l'idea visiva di un'arma a tre punte. Frutto di un rifacimento urbanistico compiuto tra il 1400 ed il 1600, il Tidente Romano racchiude al suo interno un'ampia porzione di centro storico romano degna di nota per le sue pregevolezze artistiche.
La prima via che si muove in direzione sud da Piazza del Popolo, è via della Ripetta che costituisce il confine occidentale del Tridente; via storica ed antica, già nota al tempo dei Romani di cui ne ricalca l'antico percorso, si trova nel Rione Campo Marzio a due passi dal fiume Tevere e conserva, ancora oggi, il fascino autentico di una Roma più tradizionale. La seconda arteria che diparte da Piazza del Popolo e conduce con un percorso retto lungo circa un chilometro e mezzo a Piazza Venezia è la notissima Via del Corso. Il tracciato attuale della via ricalca l'antico percorso della Via Flaminia: nel XV secolo fu teatro delle corse del Carnevale e delle corse dei cavalli eventi particolarmente amati dai romani e che furono soppressi solo sul finire del 1800.
Via del Corso è nota per le sue splendide dimore gentilizie e per i bellissimi palazzi nobiliari che la animano: luogo di cultura e di incontro, è ricca di magnifici ristoranti in cui provare la tradizione gastronomica romana. Il terzo braccio del Tridente è l'elegantissima Via del Babuino che conduce da Piazza del Popolo alla magnifica Piazza di Spagna per inerpicarsi poi verso la Basilica di Santa Maria Maggiore. Il curioso nome trae origine dall'ironia romana e fa riferimento alla statua del Sileno posta a guardia di una fontana, che fu eretta nel luogo nel 1571; la bruttezza del guardiano era talmente tanta da essere ridefinito con il nome popolare di er babuino che fu poi dato alla via. A dispetto di un nome tanto particolare, Via del Babuino, è simbolo di eleganza e di lusso, luogo di mondanità e ritrovo per gli artisti in un contesto suggestivo ed in una cornice meravigliosa come quella di Piazza di Spagna o della nascosta Via Margutta (nata come retrobottega dei negozi posti su Via del Babuino) vero crogiolo d'arte.

Piazza del Popolo
Piazza del Popolo a Roma è l'anticamera del salotto buono della città: un'anticamera di pregio assoluto e di grande rilevanza storica. Chiusa da un lato dalla Porta del Popolo e ad est dalle rampe che salgono al Pincio, deve il suo curioso nome ad una leggenda romana. Pare, infatti, che ai piedi di un noce posto nei pressi dell'accesso al Pincio, fossero state sepolte le ceneri dell'Imperatore Nerone e che, per questo motivo, si aggirassero spiriti maligni e streghe cattive. Per debellare il fenomeno, intorno al 1100 il Pontefice dispose l'abbattimento dell'albero e fece costruire una chiesa dedicata alla Madonna con l'aiuto del popolo romano. Vera quinta scenografica, Piazza del Popolo colpisce per la presenza di un magnifico obelisco e due chiese gemelle che avrebbero dovuto essere perfettamente simmetriche. In realtà lo spazio a disposizione della Chiesa di Santa Maria in Montesanto era più limitato e gli architetti dovettero ricorrere ad uno stratagemma ottico per le due cupole che rendono quasi impossibile trovare le differenze.
Vero gioiello è la Basilica di Santa Maria del Popolo, che vanta, tra l'altro, due splendide tele caravaggesche che le danno un tratto di preziosità ulteriore. Piazza del Popolo è un centro nevralgico per la cultura romana: sede di numerosissimi eventi e manifestazioni, fu anche palcoscenico privilegiato durante alcune riprese cinematografiche.

Via del Babuino
Lasciata alle spalle la luminosissima Piazza del Popolo è necessario percorrere circa 500 metri per giungere, alfine alla splendida Piazza di Spagna, vera regina indiscussa del luogo. Del buffo nome si è già detto, inizialmente la via aveva due diverse denominazioni. Il primo tratto si chiamava Via dell'Orto di Napoli (a causa della presenza di una nutrita colonia napoletana), il secondo, invece, si chiamava Via del Cavalletto, luogo un tempo deputato all'esecuzione di un supplizio pontificio.
Oggi Via del Babuino è il paradiso del lusso e dello shopping, è possibile trovare i negozi dai marchi più prestigiosi nel campo dell'abbigliamento, delle calzature, degli accessori e della gioielleria. In un ideale triangolo tra Via del Babuino e Via del Corso si trova una vastissima scelta di boutique di brand di primo piano che potrà soddisfare anche i gusti più esigenti. Per chi non fosse interessato allo shopping, la visita a Piazza di Spagna vale il viaggio. In primavera, quando le azalee decorano la scalinata regalando un'eleganza particolare ai luoghi ed i morbidi palazzi color ocra le fanno da contorno, il fascino indiscusso del luogo elargirà emozioni uniche.

Via del Corso
Oltre ad essere anch'essa deputata allo shopping grazie alla presenza di negozi per tutte le tasche, Via del Corso è anche un connubio tra arte, politica e cultura. Bellissimi palazzi nobiliari ornano la via, tra i quali si possono ricordare palazzo Bonaparte e Palazzo Salviati: splendida è la nuova Galleria Alberto Sordi ricca di negozi. Forse meno fashion della rinomata Via Condotti, Via del Corso è comunque una piacevole passeggiata da terminare con la visita alla scenografica Piazza Venezia.

Via Ripetta
Rappresenta il lato meno mondano del Tridente Romano dove è ancora possibile incontrare la tradizione e la cultura romana. Per chi ama il contatto più vero con la romanità, è un luogo da non perdere.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Ariston, il punto di partenza ideale per scoprire Roma!

07/03/2019
tridente romanovia ripettavia del babuinovia del corsolusso e shopping

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO

icona newsletter rome hints

Iscriviti alla nostra mailing list!

* Campi obbligatori

Accetto la Privacy Policy

chiudi