Dintorni di Roma: La Via Francigena, la strada millenaria dei pellegrini

Se è vero che tutte le strade portano a Roma, è altrettanto vero che una più di ogni altra è l'emblema di questa affermazione: la Via Francigena. Se state organizzando un breve soggiorno a Roma, potete sperimentare un breve tratto di una delle vie più celebri in Italia e in Europa. Ribattezzata anche come la strada millenaria dei pellegrini, la Francigena ha una storia di oltre mille anni. Se desiderate saperne di più, proseguite la lettura dell'articolo dedicato alla via della fede, nota in età moderna anche come Romea.

Percorso della Via Francigena
Il percorso della Via Francigena prevede la partenza da Canterbury, sede della Chiesa d'Inghilterra e della Comunità Anglicana. Dalla cattedrale di Canterbury i pellegrini viaggiano lungo l'antica Via di Fiandra, attraversando parte della Francia e arrivando a Losanna, nell'odierna Svizzera. Da Losanna il percorso prosegue in direzione del colle del Gran San Bernardo, raggiungendo nell'ordine Aosta, Ivrea e Vercelli. Dal Piemonte si procede lungo il Po, arrivando a Piacenza.
Da qui si scende lungo la via Emilia, raggiungendo Fidenza. È arrivato ora il momento di valicare l'Appennino attraverso il Passo della Cisa. Si giunge dunque a Lucca, una delle principali tappe del percorso della Via Francigena, dal momento che ospita il Volto Santo, che i pellegrini nel Medioevo associavano al volto reale di Cristo. Le tappe successive a Lucca sono San Genesio e Siena. Dovete sapere che la città di Siena, in virtù di essere una delle tappe più celebri della Via Francigena, nel corso del Medioevo conobbe un'espansione demografica ed economica senza precedenti. Dopo Siena, la Via Francigena prosegue a San Quirico d'Orcia. Da qui in avanti si entra nello stadio finale del percorso. Infatti, una volta superata la località di San Quirico d'Orcia i pellegrini si dirigono verso Roma proseguendo lungo l'itinerario della Cassia, antica via Consolare realizzata dal console Cassio Longino e che unisce ancora oggi Firenze con Roma. Le ultime tappe sono nell'ordine Viterbo e Sutri.

Chi è Sigerico di Canterbury
Sigerico, arcivescovo di Canterbury, realizzò il diario di viaggio più dettagliato di sempre in occasione del viaggio compiuto nell'anno 990, alla fine del primo Millennio dopo la nascita di Cristo. I ricchi dettagli inseriti nella propria relazione risultarono perfetti per strutturare un primo percorso ufficiale della Via Francigena. In totale, il diario di Sigerico prevede 80 tappe, dalla cattedrale di Canterbury fino alla Basilica di San Pietro a Roma. Quattro anni dopo aver percorso la Via Francigena l'arcivescovo inglese trovò la morte.

La Via Francigena a Roma
La città di Roma è il punto di arrivo della Via Francigena. L'ultimo stadio del vostro cammino è rappresentato dalla Basilica di San Pietro, la Chiesa più importante dell'intera comunità cristiana. Prima di raggiungere la Basilica e la tomba dell'apostolo Pietro, potete godere di uno spettacolare panorama dal belvedere di Monte Mario, una delle tappe conclusive della gloriosa Via Francigena. Da qui immaginate anche solo per alcuni istanti lo scenario di una Roma medievale con gli occhi di un pellegrino dell'epoca.

La Via Francigena oltre Roma
In passato, la Via Francigena era percorsa da migliaia di pellegrini ogni anno, che seguendo il percorso di Sigerico raggiungevano Roma e la tomba di Pietro. Durante il Medioevo però, alcuni di questi pellegrini - terminata la visita alla Città Eterna - decidevano di proseguire oltre Roma, raggiungendo la Puglia. Da qui si imbarcavano per la Terrasanta, con destinazione la città di Gerusalemme. In questo caso, la Via Francigena rappresentava soltanto un primo stadio di un itinerario più grande. Da Roma al porto di Brindisi i pellegrini seguivano il percorso dell'Appia, una delle vie Consolari più importanti realizzate in età repubblicana.

Via Francigena e Via Romea
Vi state chiedendo se la Via Francigena e la Via Romea sono la stessa cosa? La risposta alla domanda è affermativa, anche se è opportuno spiegare il motivo. Fin dall'inizio, il percorso che attraversa l'intera Europa è stato chiamato Via Fancigena, ma per via dei numerosi percorsi alternativi che si erano nel frattempo sviluppati, perse quella unicità che l'aveva contraddistinta fin dall'inizio; per questo motivo, si scelse di assegnarle il nome di Via Romea, in riferimento al tratto italiano che dal Gran San Bernardo raggiunge Roma. Venne scelto il nome Romea per indicare la destinazione preferita da migliaia di pellegrini durante i dodici mesi dell'anno.

Tempo di percorrenza della Via Francigena
Se prendete come punto di riferimento il percorso della Via Francigena dal Gran San Bernardo a Roma, che corrisponde all'itinerario classico che i pellegrini effettuano all'interno del territorio italiano, mettete in conto una distanza di quasi mille chilometri. Se scegliete di percorrere la Via Francigena a piedi, dovreste cavarvela in circa 45 giorni, più o meno quindi un mese e mezzo di cammino. Se invece siete amanti della bicicletta e avete una resistenza notevole, prendendovela comoda dovreste impiegare all'incirca 15 giorni, risparmiando dunque un mese rispetto al cammino a piedi. In alternativa potete scegliere di fare la Via Francigena due volte, prima a piedi e poi in bicicletta.

Periodo migliore per percorrere la Via Francigena
Il periodo migliore per compiere il percorso della Via Francigena è la primavera inoltrata oppure la seconda metà di settembre, quando ancora le temperature sono gradevoli e il rischio di precipitazioni è relativamente basso. Vi sconsigliamo di percorrere questa via in estate, a causa delle alte temperature che si registrano nelle regioni italiane interessate dall'itinerario, vale a dire Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Lazio.
Allo stesso modo dovreste rinunciare al cammino durante la stagione invernale, per via delle temperature proibitive in alcune località toccate dall'itinerario e per le abbondanti precipitazioni che si verificano in questo periodo in tutta Italia. Dovreste dunque preferire il mese di maggio e il periodo che va dalla metà di settembre alla metà di ottobre se volete incontrare durante il vostro cammino delle splendide giornate di sole con temperature gradevoli.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Ariston, il punto di partenza ideale per scoprire Roma!

10/01/2019
via francigenavia romeapellegrinaggio strade

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO

icona newsletter rome hints

Iscriviti alla nostra mailing list!

* Campi obbligatori

Accetto la Privacy Policy

chiudi