Eventi a Roma: Storia e curiosità del Giubileo

Un legame di quasi mille anni unisce la città di Roma con il Giubileo. L'evento fonda le sue origini nella religione ebraica, che ogni 50 anni celebrava un anno di riposo della Terra. La tradizione ebraica prevedeva inoltre anche la liberazione di tutte quelle persone rese in schiavitù dai potenti. Caratteristiche che ricorrono anche nel Giubileo istituito dalla Chiesa cattolica, a conferma di come spesso le più grandi religioni monoteiste sono unite da un filo rosso neanche troppo invisibile. Scoprite la storia e le curiosità del Giubileo, dal 1300 ad oggi.

Storia del Giubileo
Il primo Giubileo della Chiesa cattolica si celebrò nell'anno 1300, su volere di Papa Bonifacio VIII.
Papa Benedetto Caetani, figura legata ad Anagni (la città dei Papi), stabilì il primo anno giubilare della Chiesa cattolica. L'ultimo Giubileo ordinario si è tenuto nel 2000 ed è stato celebrato da Papa Giovanni Paolo II. A distanza di 3 anni dal primo Giubileo, Papa Bonifacio VIII trovò la morte a seguito dell'arresto subito dall'esercito francese del re Filippo IV.
A differenza della tradizione ebraica, in un primo momento si stabilì che la ricorrenza del Giubileo si sarebbe ripetuta ogni cento anni. In realtà, nel corso della storia, i Papi che si sono succeduti al soglio pontificio hanno apportato numerosi cambiamenti.
A distanza di 50 anni dal primo Giubileo, Papa Clemente VI scelse di allineare il Giubileo cristiano con quello ebraico, fissando quindi la cadenza di un Anno Santo ogni mezzo secolo. Un ulteriore cambiamento si registrò durante il pontificato di Urbano VI, il quale accorciò gli anni a 33. Un numero fortemente simbolico, dal momento che faceva riferimento diretto agli anni vissuti da Gesù Cristo sulla Terra.
Oggi invece si festeggia un Giubileo ordinario ogni 25 anni. La cadenza in vigore ancora oggi fu stabilita nell'anno 1475 dai papi Paolo II e Niccolò V.
Nell'anno 2000, in occasione del Giubileo celebrato da Papa Giovanni Paolo II, si è registrato il record del numero di presenze: 24 milioni di pellegrini hanno raggiunto Roma per partecipare all'Anno Santo e ottenere così l'indulgenza plenaria assicurata dalla Chiesa cattolica.
Il primo Giubileo moderno viene fatto risalire al 1950, anno in cui i pellegrini raggiunsero Roma con l'aereo. Si trattò del Giubileo più seguito prima di allora, con la partecipazione di oltre 2 milioni di pellegrini.


Durante una storia lunga 700 anni, il Giubileo ha conosciuto numerosi scandali, uno su tutti quello dell'acquisto delle indulgenze. Nel 1450, infatti, Papa Niccolò V stabilì che l'indulgenza poteva essere ottenuta in cambio di denaro. Da qui il detto Anno Santo - Anno d'Oro.
In totale, i Giubilei ordinari sono stati 25. Il prossimo, previsto per l'anno 2025, sarà il numero 26. L'ultimo Giubileo straordinario (Giubileo della Misericordia) si è invece tenuto da dicembre 2015 a novembre 2016, proclamato dal nuovo Papa Francesco I.

Curiosità del Giubileo: significato e corride
Sapete che la parola Giubileo deriva dalla parola ebraica yobel, indicante un particolare tipo di strumento a fiato? Lo yobel altro non è che il corno di ariete, tramite il quale si dava il via ufficiale all'Anno Santo.
Il Giubileo nacque nel 1303 più come un'esigenza pratica che spirituale. Infatti erano centinaia di migliaia i fedeli che accorrevano a Roma, che dal VII secolo in avanti si sostituì a Gerusalemme nel ruolo di città santa. Attraverso l'istituzione del Giubileo si volle dunque porre un freno al vagabondaggio diffuso e contemporaneamente regolarizzare il flusso dei fedeli a Roma.
Se in un primo momento si era raggiunto un certo equilibrio, in alcuni determinati periodi storici il Giubileo toccò il fondo insieme a Roma. Uno degli episodi più incredibili durante l'Anno Santo si tenne in occasione del pontificato di Alessandro VI Borgia. Sede dello scandalo Piazza San Pietro, dove vennero organizzate delle vere e proprie corride. Tra i partecipanti anche Cesare Borgia, noto come Duca Valentino. Il controverso Borgia andava a rimpolpare la fila dei toreri, i quali dovevano uccidere i tori lanciando loro contro spade e frecce. Le corride in piazza San Pietro nell'Anno Santo vennero sospese due secoli dopo da Papa Gregorio XIII.

Curiosità del Giubileo: vizi e peste
Dovete sapere che, in oltre 700 anni di storia, il Giubileo è stato celebrato in ritardo soltanto una volta: era la ricorrenza del 1600, quando Papa Clemente VIII risultò assente per l'apertura dell'Anno Santo.
L'inizio del Giubileo subì un rinvio di una settimana, passando dal 24 al 31 dicembre. In ogni caso, il pontefice Clemente VIII era giustificato. Il suo forfait fu causato da un attacco di gotta. Il pontificato del marchigiano Ippolito Aldobrandini proseguì poi nei 13 anni successivi, fino alla sua morte. In occasione del Giubileo del 1600 i libri di storia ricordano la condanna a morte di Giordano Bruno, messo al rogo il 17 febbraio dello stesso anno in Campo dei Fiori.
Il Giubileo non ha mai cancellato vizi particolari, appartenenti allo stesso clero. Tra questi si ricorda il fiuto del tabacco all'interno della chiesa, pratica a cui si erano avvicinati centinaia di preti in Vaticano.
Oltre che con i vizi, il Giubileo ha spesso fatto i conti anche con terribili epidemie. Una delle pagine più drammatiche venne scritta durante il Giubileo del 1400, funestato dalla peste nera. Da quell'anno, poterono partecipare soltanto coloro che si presentavano all'Urbe con una regolare bolletta di sanità, tramite la quale si accertava l'effettiva assenza di peste dal territorio in cui si abitava.
Con la frase 'i romani tutti eran fatti albergatori', si è alluso al business legato al Giubileo fin dai primi anni. Migliaia di persone si presentavano alle porte dell'Urbe, chiedendo agli abitanti locali un posto dove poter dormire e mangiare. Da qui il celebre detto per cui i romani si trasformavano tutti in albergatori, in modo da sfruttare il naturale business generato dalla straordinaria affluenza di pellegrini.
Un'ultima curiosità legata al Giubileo è la duplice natura che può rivestire in base alla situazione: ordinario e straordinario. Si parla di Giubileo ordinario quando si verifica a cadenza programmata (uno ogni 25 anni). Al contrario, il Giubileo straordinario è legato a una scelta personale del Pontefice. Il prossimo Giubileo ordinario si terrà nel 2025, a distanza di 25 anni dal Giubileo tenutosi nel 2000.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Ariston, il punto di partenza ideale per scoprire Roma!

29/11/2018
Giubileo RomaBonifacio VIIIPellegrini Città del Vaticano

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO

icona newsletter rome hints

Iscriviti alla nostra mailing list!

* Campi obbligatori

Accetto la Privacy Policy

chiudi