San Pietro dalla serratura: la vista segreta dalla Villa del priorato di Malta

Roma è una città che offre infinite possibilità ai turisti. Opere d'arte monumentali, edifici antichi e mete turistiche d'ogni genere ornano la capitale italiana di punti di interesse.

La basilica di San Pietro

Certamente, durante una visita a Roma, non si può non passare per la città del Vaticano per vedere con i propri occhi la maestosa basilica di San Pietro. Questo colossale edificio sovrasta piazza San Pietro con la sua cupola immensa, lasciando a bocca aperta i turisti che si trovano al cospetto di quest'opera magnifica. L'enorme facciata è articolata tramite colonne dell'ordine gigante ed ospita la Loggia delle Benedizioni, ovvero il luogo nel quale viene annunciata l'elezione del nuovo Papa.
La basilica ha ben cinque accessi, coperti da un immenso portico che percorre tutta la lunghezza della facciata, e già nell'atrio ci troviamo al cospetto di due opere d'arte, in particolare due statue equestri che raffigurano rispettivamente Costantino e Carlo Magno. Anche cinque porte situate agli accesi alla basilica sono vere e proprie opere d'arte, ognugna commissionata ad un artista diverso che l'ha realizzata con estrema cura. Lo sconfinato spazio interno è organizzato in tre gigantesche navate, separate da archi a tutto sesto sostenuti da robustissimi pilastri.
Anche il pavimento marmoreo è uno spettacolo imperdibile. Vi sono presenti elementi facenti parte della basilica precedente, e vi si trova anche il celebre disco egiziano in porfido rosso, ove si inginocchiò Carlo Magno il giorno della sua incoronazione. Ogni angolo di questa navata è decorato con magnificenza, andando a creare un mosaico di opere d'arte create da numerosissimi artisti ai quali fu commissionato l'abbellimento di questo edificio leggendario. La navata destra ospita numerose cappelle.
In particolare, nella prima è presente la celeberrima Pietà, realizzata da Michelangelo Buonarroti, creatore, tra le altre cose, anche della cupola. La scultura è ovviamente protetta da una teca di cristallo, ma può essere facilmente ammirata in tutta la sua magnificenza.
Proseguendo in questa navata si trovano numerosi monumenti, come quello dedicato ad Innocenzo XII, per poi giungere finalmente alla Cappella, che ospita il famoso Tabernacolo del Santissimo Sacramento. Anche la navata sinistra è colma di sculture ed opere d'arte di ogni tipo, ma una delle attrazioni più ambite è sicuramente la veduta della cupola dall'interno.
Ma la magnificenza di questo "dettaglio" non si ferma qui, in quanto per i turisti è possibile risalire la cupola stessa. Una scalata non da poco, con oltre trecento scalini posti in una strettoia, ma la fatica è facilmente dimenticata non appena si giunge in cima, in quanto la vista mozzafiato della città dall'alto sarà qualcosa di letteralmente indimenticabile.
Da non dimenticare anche la visita ai quattro organi presenti nella basilica, ancora oggi in funzione e suonati da tre musicisti. L'organo principale è addirittura formato da ben due corpi d'organo e, più che di uno strumento musicale, si tratta di una vera opera d'arte in grado di emozionare sia alla sua sola vista che durante l'utilizzo vero e proprio. Il cupolone dell'edificio, poi, riceve un caloroso supporto dalla planimetria della piazza, che consente ai turisti all'esterno di godere di una vista pazzesca, con scorci sempre nuovi e che offrono la possibilità di vedere la basilica con occhi diversi ogni volta.

La serratura della Villa del priorato di Malta

Se da una parte è ovviamente splendido godere di una simile vista da Piazza San Pietro, dall'altra è anche vero che Roma offre un'infinità di tesori nascosti ai turisti che la visitano. La città ospita meraviglie in ogni angolo, e non solo nei luoghi più gettonati dai turisti. Un esempio molto singolare ed emozionante è quella che viene chiamata la serratura della Villa del priorato di Malta.
La suddetta villa, detta anche Villa Magistrale, si trova sull'Aventino ed è un luogo lontano dal trambusto dei maggiori luoghi turistici, ma non per questo è da considerare un posto meno bello. Infatti "l'attrazione" maggiore di questo luogo è tra le più uniche e spettacolari, seppur semplici. Se si appoggia l'occhio sulla serratura del cancello della villa, ciò di cui si può godere è una vista suggestiva della cupola della basilica di San Pietro, circondata dalle siepi del Giardino degli Aranci.
Questo inedito scorcio dell'edificio lascia senza fiato chiunque ne abbia un assaggio, e la vista è disponibile sia di giorno che di notte, pur essendo particolarmente spettacolare al tramonto. Data la poca fama del luogo, non ci saranno mai file chilometriche e l'esperienza resterà ben impressa tra i ricordi migliori del vostro viaggio a Roma!
Ma il buco della serratura non è l'unica attrazione della Villa. L'edificio stesso, infatti, ospita l'ambasciata presso lo Stato italiano dell'Ordine dei Cavalieri di Malta. La piazzetta al suo interno, inoltre, è un esempio delizioso del rococò romano, ed ospita trofei di guerra che si riferiscono alle imprese compiute dai Cavalieri di Malta. Oltre a ciò, si può anche visitare la chiesa di Santa Maria del Priorato, situata all'interno del giardino, decorata con stucchi estremamente eleganti. Una stupenda opera che all'esterno ricorda l'architettura romana, mentre l'interno è in pieno stile barocco.

Il Giardino degli Aranci

Essendo nei paraggi, sarebbe un peccato perdersi un luogo così suggestivo come il Giardino degli Aranci di Roma, ovvero parco Savello. Il giardino, ovviamente, si chiama in questo modo grazie alla presenza di moltissimi alberi di arance amare. Un luogo storico che si estende nell'area nella quale fu realizzato l'antico fortilizio costruito dalla famiglia Savelli.
Molto suggestiva anche la fontana che si trova all'interno del giardino, antichissima e formata da una vasca termale romana e da una maschera di marmo costruita alla fine del '500. Un luogo dove passeggiare con tranquillità per rimanere un po' lontani dall'affollata città.

Circo Massimo

In zona Aventino sono presenti diversi hotel, anche perché ci si trova molto vicini ad una zona gettonatissima dai turisti. Infatti, tra i colli Palatino e Aventino è presente il Circo Massimo, colossale struttura utilizzata in passato come ippodromo. Un luogo leggendario, dove ebbe anche luogo il ratto delle Sabine e dove tutt'oggi vengono indetti eventi di ogni tipo come manifestazioni e concerti.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Ariston, il punto di partenza ideale per scoprire Roma!

04/10/2018
Basilica San PietroVilla MagistraleGiardino degli AranciCirco Massimo

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO