Storia, arte ed eventi a Villa Torlonia, dimora nobiliare romana

Roma è una città con un patrimonio artistico e culturale immenso, la cui storia dopo la caduta dell’Impero romano fu strettamente legata alle grandi famiglie nobiliari come i Colonna, i Doria, i Pamphilj e i Torlonia. L’architettura delle grandi dimore nobiliari come quella di Villa Torlonia rappresenta una parte importante del patrimonio storico della città eterna, un incrocio tra arte, storia e cultura che permette di scoprire i mille volti della capitale.

La storia di Villa Torlonia
Tra le ville storiche della nobiltà romana spicca Villa Torlonia, situata nel quartiere Nomentano e risalente al XVII secolo. Originariamente la villa era una dimora agricola utilizzata come tenuta estiva dalla famiglia Pamphilj, che ne rimase proprietaria fino alla metà del 1700. In questo periodo fu acquistata dalla famiglia Colonna, fino a passare agli inizi del 1800 sotto la proprietà del rampante banchiere Raimondo Torlonia.

Questi nel 1806 iniziò la costruzione di una maestosa villa contattando il famoso architetto Giuseppe Valadier, che progettò un’accurata ristrutturazione dei due edifici originari, creando quella che è oggi la forma attuale di Villa Torlonia. Furono uniti i due edifici in un unico grande palazzo e vennero costruite le scuderie e il Casino dei Principi. Inoltre Valadier riprogettò tutta l’area circostante creando un grande parco, posizionandovi le statue comprate per l’occasione dalla famiglia Torlonia.

I figli di Raimondo continuarono a costruire nuove aree, cappelle, santuari, templi, perfino due obelischi e diversi laghetti all’interno del parco. Alcune di queste strutture sono ancora presenti mentre altre sono andate purtroppo definitivamente perdute. Tra le due guerre mondiali Villa Torlonia divenne la residenza ufficiale di Mussolini, mentre dopo il secondo evento bellico la dimora venne abbandonata e lasciata cadere in declino. Finalmente la villa venne acquistata nel 1978 dal Comune di Roma, che da allora si occupa della manutenzione sia della villa che del parco, entrambi divenuti spazio pubblico.

I musei di Villa Torlonia
Dopo l’entrata del Comune di Roma nella proprietà e nella gestione della dimora, oggi Villa Torlonia ospita diversi musei e spazi dedicati a mostre ed eventi culturali, mentre all’interno del parco pubblico vengono organizzati in estate concerti ed eventi musicali. Il museo più importante di Villa Torlonia è il Casino Nobile, situato nell’edificio principale risalente alla modifica strutturale dell’architetto Valadier di metà ‘800. Qui si possono ammirare splendidi elementi decorativi di noti artisti dell’epoca, tra cui Podesti, Fioroni e Thorvaldsen. Punto focale è la grande sala da ballo, luogo di grande fascino e impatto dove i Torlonia davano le loro sfarzose feste, in grado di ospitare decine di musicisti.

Oltre al Casino dei Principi al pianterreno il palazzo ospita il Museo della Villa, una serie si stanze finemente decorate dove sono state collocate tutte le statue e gli elementi d’arredo più importanti e ben conservati. In particolare si possono ammirare gli arredi originali della camera da letto di Giovanni, nipote di Raimondo, che furono usati dallo stesso Benito Mussolini tra il 1920 e il 1940. Al piano superiore invece si trova il Museo della Scuola Romana, composto da una serie di sale dove sono state raccolte oltre 150 opere della scuola romana, disegni, sculture e dipinti realizzati da artisti italiani e stranieri.

All’interno del complesso di Villa Torlonia si trovano altri due musei molto interessanti. Il primo è l’Archivio della Scuola Romana, una raccolta di opere importantissime relative all’omonimo movimento storico e culturale, che ebbe come esponenti personaggi del calibro di Pirandello e Mafai. Il secondo è la Casina delle Civette, un museo dedicato alle vetrate artistiche dove si può ammirare una collezione unica composta dalle opere di Cesare Picchiarini, Umberto Bottazzi e altri artisti dell’epoca, per uno sguardo estasiato su questa tecnica che visse nei primi secoli del ‘900 i suoi anni d’oro.

Biglietti e orari d’ingresso
I biglietti di ingresso per i musei costano 9,50€ per la Casina delle Civette e il Casino dei Principi, 7,50€ invece il ridotto. L’entrata singola per il Casino Nobile costa 7,50€ intero e 6,50€ ridotto, mentre per la Casina delle Civette 6€ intero e 5€ ridotto. I prezzi possono cambiare in base alle mostre e alle esposizioni temporanee presenti. L’orario di visita va dal martedì alla domenica dalle ore 9 alle 19, mentre la prima domenica del mese l’entrata è completamente gratuita, un'occasione unica per tutti i turisti in visita a Roma che decidono di scoprire le bellezze di Villa Torlonia.

Eventi e incontri a Villa Torlonia
Il palazzo di Villa Torlonia e il giardino circostante non ospitano soltanto musei, ma sono anche una delle cornici più affascinati nella città eterna per eventi culturali e spettacoli musicali. Tra gli appuntamenti più attesi ci sono le aperture serali straordinarie, dove negli spazi adiacenti alla Casina delle Civette vengono organizzate serate di musica jazz, gospel, blues e musica popolare, in collaborazione con associazioni come l’Auditorium Parco della Musica e la Casa del Jazz. Spesso i concerti sono totalmente gratuiti oppure prevedono un biglietto d’ingresso simbolico di pochi euro.

Non mancano neanche le rappresentazioni teatrali, le letture di libri, gli spettacoli di danza e le proiezioni di film d’autore e documentari. Durante tutto l’anno è possibile assistere anche a mostre ed esposizioni d’arte, incontri dove artisti contemporanei e moderni espongono le proprie opere negli spazi interni della villa. Attualmente è presente un’esposizione delle opere di porcellana dell’artista Annalisa Amedeo nella Casina delle Civette, che offre ai visitatori un viaggio sensoriale tra sinestesie, natura, storia e arte. Tra i prossimi appuntamenti in programma ci sono una mostra all’interno del Casino dei Principi, delle raccolte di disegni del ‘900 con capolavori di artisti come Ferruccio Ferrazzi Cerere e un’esposizione di Andrea Viviani, 15 sculture in stile contemporaneo realizzate dall’artista negli ultimi anni.

Come raggiungere Villa Torlonia
Villa Torlonia si trova nel quartiere Nomentano, esattamente in via Nomentana 70, una zona facilmente raggiungibile con i mezzi pubblici tramite la metropolitana e gli autobus. Partendo da Roma Termini bisogna prendere l’autobus 36 da piazza de Cinquecento in direzione Pampanini, scendendo dopo sei fermate a Nomentana Trieste per percorrere poi gli ultimi 200 metri a piedi fino all’entrata del parco. Dall’aeroporto Leonardo da Vinci di Fiumicino è necessario prendere la linea ferroviaria FR1, direzione Settebagni per 9 fermate, proseguire con l’autobus 84 verso piazza Venezia per 7 fermate e scendere infine a Nomentana-Villa Paganini.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Panama Garden, ideale per scoprire Roma grazie alla sua posizione strategica.

18/01/2018
Villa Torlonia a RomaRaimondo TorloniaArchitetto Giuseppe ValadierCasina delle Civette

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO

icona newsletter rome hints

Iscriviti alla nostra mailing list!

* Campi obbligatori

Accetto la Privacy Policy

chiudi