Tivoli: città termale fin dagli imperatori romani

Che ne dite di fare una scappata a Tivoli durante il vostro soggiorno nella capitale? La città dista una trentina di chilometri da Roma e vanta un patrimonio storico-culturale davvero molto interessante: le principali attrazioni appartengono all'epoca degli imperatori romani, ma nel centro storico non mancano i richiami al Medioevo.

Villa Adriana
Villa Adriana, uno dei siti archeologici più apprezzati in tutta Italia, è stata dichiarata dall'Unesco patrimonio dell'umanità. Il complesso fu costruito per esaudire il desiderio dell'imperatore Adriano: egli considerava Roma troppo caotica e, inoltre, non si trovava bene nella reggia del Palatino. Il suo intento era governare 'da lontano, ma non troppo' e per questo motivo scelse l'immensa pianura nel territorio di Tivoli. I lavori incominciarono nel 118 d.C. e si protrassero per circa 20 anni; il risultato finale fu un vero e proprio capolavoro e il contributo di Adriano, appassionato di architettura, si rivelò determinante. Oggi la villa appare costellata di rovine, ma un tempo al loro posto vi erano terme, templi, palestre, palazzi, giardini e alloggi dedicati all'entourage dell'imperatore. I luoghi meritevoli di visita sono il Teatro Marittimo, il Pecìle, il Canopo, le Grandi e Piccole Terme, il Teatro greco, la Biblioteca Greca e quella Latina.

Villa d'Este
La villa fu fatta erigere per volere del Cardinale Ippolito II d'Este: la messa in opera, affidata all'architetto Pirro Logorio, iniziò nel 1550 e terminò circa 20 anni dopo. L'intera struttura occupa circa 4 ettari e comprende il palazzo residenziale, l'immenso giardino all'italiana, cinquanta fontane, grotte e statue. L'edificio vanta un'elegante facciata e al suo interno potete ammirare diversi ambienti; tra questi sono degni di nota l'Appartamento Nobile, l'Appartamento Vecchio o Superiore e la Sala delle Storie di Salomone. Tutti gli affreschi che osservate portano la firma dei pittori della scuola romana e tra questi vi sono Zuccari e Agresti. Nel parco, come già accennato, si susseguono numerose fontane: le più interessanti sono quella del Bicchierone (realizzata da Gian Lorenzo Bernini tra il 1660 e il 1661), di Nettuno, di Proserpina e dell'Organo.


Parco Villa Gregoriana
Fu voluto da papa Gregorio XVI nel 1834 e divenne meta di nobili e intellettuali. Si tratta di un meraviglioso parco dove si susseguono boschi, cascate, grotte e diverse specie floristiche. I suoi fiori all'occhiello sono la Grande Cascata (getto d'acqua che nasce dal fiume Aniene), le Grotte di Nettuno e quelle delle Sirene.

La Cattedrale di San Lorenzo
La Cattedrale di San Lorenzo o Duomo di Tivoli è l'edificio religioso più importante della città. Si trova nel cuore del centro storico, sorge sulle rovine del Foro Tiburtino e affonda le sue origini nel Medioevo. Alzando gli occhi al cielo potete ammirare il suggestivo campanile romanico alto ben 45 metri. All'interno vi sono diversi elementi meritevoli di tutta la vostra attenzione e tra questi si annoverano il gruppo ligneo della Deposizione (navata di destra quarta cappella), la Custodia d'argento del XV secolo e il Trittico del Salvatore. Quest'ultimo, custodito nella terza cappella della navata di sinistra, rappresenta Cristo, la Vergine e San Giovanni Evangelista.

Rocca Pia
Rocca Pia, considerata il simbolo della città di Tivoli, giace nei pressi di Piazza Garibaldi e venne eretta nel 1461, sulla sommità di una collina, per ordine di papa Pio II Piccolomini. La sua posizione consentiva, infatti, di controllare l'intero territorio e monitorare eventuali incursioni nemiche. La struttura, a cui si accedeva tramite un ponte levatoio, si contraddistingue per la sua forma quadrangolare e le quattro torri circolari di diversa altezza. La Rocca durante l'età napoleonica venne, altresì, impiegata come carcere e tale rimase fino al 1960.

Una passeggiata per le vie del centro storico
Non potete non dedicare un po' del vostro tempo a un tour nel centro storico della città. Soffermatevi in Piazza Giusuppe Garibaldi, dove l'eroe dei due mondi si ritemprò prima di proseguire nella sua opera di unificazione della penisola. Potete osservare i resti dell'anfiteatro di Bleso e le seicentesce Scuderie Estensi. Spostatevi ora in Piazza Santa Croce per ammirare il Palazzo Serra-Nobili del XV secolo; imboccate, quindi, via del Trevio e prestate attenzione ai palazzi che la costeggiano. La strada confluisce in uno slargo dove in passato si radunavano i possidenti terrieri che erano alla ricerca di braccianti per la raccolta di verdura, frutta e olive. In questa zona si trova, inoltre, un'antica farmacia con soffitti splendidamente affrescati. Proseguite ora per la Chiesa di San Biagio: l'edificio, in stile romanico-laziale, risale al 1300 ed è stato oggetto di numerosi interventi in seguito ai bombardamenti del 1944. Di fronte alla chiesa vi è Piazza della Regina o del Plebiscito: i due nomi sono, rispettivamente, dovuti a un tempio dedicato a Giunone Regina e al Plebiscito per l'annessione di Tivoli all'Italia (1870); nei giorni feriali vi si tiene, inoltre, un colorato mercato. Recatevi, quindi, in via Palatina dove nel Medioevo vennero eretti alcuni importanti edifici pubblici. Nelle sue vicinanze sorge, altresì, il Vicolo dei Granai che si trasformò nel ghetto degli ebrei tiburtini. In Piazza Palatina potete, invece, vedere il Palazzo del Governatore, la Casa Torre e la Chiesina di San Michele. Chiudete il vostro mini tour in piazza Rivarola e in piazza Massimo.

Il Tempio della Tosse
Sorge sull'antica Via Tiburtina nei pressi del centro storico ed è facilmente riconoscibile in virtù della sua forma circolare. La struttura con la sua conformazione ricorda il Pantheon romano: vi è, infatti, un'aula cilindrica su cui si staglia una cupola emisferica con un'apertura circolare al centro. Alcuni storici sostengono che si tratti di un tempio consacrato a Venere o al Sole, altri lo considerano l'atrio di un palazzo mai realizzato e qualcuno crede si tratti di un sepolcro innalzato dalla Gens Tuscia. 8. Riserva naturale di Monte Catillo Non potete lasciare la città senza aver prima visitato la riserva naturale protetta di Monte Catillo che si trova sui monti di Tivoli. In questo spazio vivono numerose specie floristiche (alcune delle quali sono secolari) e faunistiche e potete fare splendide passeggiate immersi nel verde. Questo è solo un piccolo assaggio di tutto ciò che vi attende a Tivoli, una splendida città termale fin dagli imperatori romani. Speriamo, però, di avervi incuriosito sufficientemente e vi aspettiamo numerosi.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Apartments & Suites in Rome, appartamenti ricchi di fascino per il tuo soggiorno romano

27/08/2018
Villa d EsteVilla AdrianaParco Villa GregorianaCattedrale San Lorenzo

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO

icona newsletter rome hints

Iscriviti alla nostra mailing list!

* Campi obbligatori

Accetto la Privacy Policy

chiudi