Tutte le leggende che escono dalla… Bocca della Verità

La Bocca della Verità e le sue storie
La Bocca della Verità a Roma è, senz'ombra di dubbio, protagonista di varie leggende le cui radici risalgono a quei tempi tanto antichi, quanto particolari. Le storie raccontate da questa bocca sono imperdibili. Secondo quanto narra la leggenda, la Bocca della Verità si mangiava il braccio di colui (o colei) che mentiva infilando la mano nel foro.
Tuttavia, se la persona messa alla prova stava dicendo la verità, non accadeva nulla e il/la "colpevole" poteva in questo modo dimostrare la propria innocenza. Fu così che venne chiamata una donna che veniva ritenuta infedele. Lei doveva mettere la propria mano nella bocca e dire di non aver mai abbracciato, in tutta la sua vita, nessun altro uomo a parte il suo stesso marito.

La leggenda della donna infedele
La leggenda narra che la donna fu sorpresa dai propri vicini di casa a ricevere delle continue visite da parte di un uomo nel mentre il marito aveva abbandonato il centro urbano. I vicini lo rivelarono al consorte ed egli chiese spiegazioni alla propria moglie, senza ricevere null'altro che continue negazioni. Lei, per prendersi la rivincita, disse che avrebbe volentieri sostenuto la prova della Bocca della Verità per dimostrarsi così innocente. Il marito accettò la richiesta e chiese al pubblico di concedere a sua moglie la possibilità.
Tuttavia, il fatidico giorno un giovane uomo, a prima vista del tutto folle, si fece largo tra il pubblico accorso a vedere cosa ne sarebbe derivato. Il matto si avvicinò alla donna che stava per infilare la mano nella Bocca della Verità, la strinse forte a sé e la baciò sulle labbra per poi allontanarsi dal posto gridando alcune parole senza senso. Il pubblico, completamente sconcertato, pensò che fosse un pazzo qualsiasi e cacciò l'uomo.
Quando finalmente tornò la calma, la donna venne portata al medaglione, senza esitare infilò la mano nella bocca e disse che nessun uomo l'aveva mai baciata o abbracciata, all'infuori del suo stesso marito e del del giovane pazzo di poco prima. La Bocca della Verità non si chiuse, non tagliò la mano alla donna e il marito dovette ricredersi. Ovviamente, l'uomo prima era l'amante stesso della donna. Si era finto folle per baciarla dinnanzi a tutti, il pubblico ne sarebbe stato testimone e la Bocca della Verità avrebbe dato ragione alla giovane moglie. In questo modo la prova venne superata e la Bocca della Verità fu imbrogliata. La donna poté continuare a frequentare il suo amante, certa che ormai nessun vicino avrebbe potuto convincere il marito del suo tradimento.

Il mito di Giuliano
Ma quella della donna non è l'unica leggenda che la Bocca della Verità può raccontare, sebbene sia sicuramente la più affascinante. Per esempio, un libro tedesco del XII secolo ci narra dell'incontro tra l'imperatore Giuliano e il Diavolo, che parlando da dietro la bocca si qualificò come Mercurio.
Giuliano, che poco prima d'inserire la mano nel medaglione aveva truffato una donna dalle umili origini, in quel modo doveva giurare la propria buona fede. Al momento d'inserire il braccio nel foro egli sentì provenire una voce dalla bocca. Era la voce del Demonio, che gli promise grandissime ricchezze e il riscatto dalle umiliazioni subite se solo avesse giurato di restaurare il paganesimo.
Giuliano giurò di farlo come richiesto dalla voce di Mercurio e la Bocca della Verità non gli amputò il braccio lasciandolo integro. Secondo la leggenda, da quel giorno in poi la vita di Giuliano cambiò radicalmente. Si mise subito all'opera e dopo alcuni anni venne ufficialmente conosciuto come l'imperatore responsabile della restaurazione del paganesimo nell'Impero. I tesori e le ricchezze promessi dalla voce arrivarono negli anni a venire, nel mentre Giuliano proseguiva la propria opera con tenacia e particolare devozione.

La leggenda della costruzione
Numerose storie circolano anche intorno alla costruzione della Bocca della Verità. Una delle più famose ci parla di Virgilio Grammatico, un importante erudito del VI secolo. Si diceva che quest'uomo fosse un negromante capace di praticare la magia nera e che fosse in grado di realizzare delle opere incantevoli. Secondo la leggenda, Virgilio fu tradito da sua moglie mentre egli era fuori città. Chiedendole spiegazioni in merito, però, ricevette soltanto risposte negative e non riuscì a costringere sua moglie ad ammettere il fatto. Scontento, il mago decise di vendicarsi e tramite l'uso della magia realizzò la Bocca della Verità: uno strumento che poteva smascherare le mogli e i mariti infedeli. La prima donna che provò l'effetto della Bocca sulla sua stessa pelle fu la moglie di Virgilio. Si dice che rimase incredula nel vedere come la Bocca le tagliasse il braccio e nel momento stesso ammise di aver tradito il marito.

La storia dell'imperatrice
Un'altra leggenda, decisamente meno famosa, parla di un'imperatrice romana che tradì il proprio marito - l'imperatore - mentre questi era lontano da casa. Tornato dalla guerra, l'uomo venne a sapere del tradimento, ma quando chiese alla donna se era vero, questa continuò a negare tutto.
Così egli ben pensò di utilizzare la Bocca della Verità per sottoporre la consorte alla prova finale. La donna, però, non era un'ingenua qualsiasi e nel giorno della prova ingannò la Bocca tramite un artificio logico. Il marito si ricredette e poco dopo partì per un'altra guerra. La donna, invece, poté tranquillamente frequentare il proprio amante.

La storia della Bocca della Verità
La sua affascinante storia si perde nei meandri dell'Impero Romano, dove la Bocca della Verità altro non era che un semplice tombino. All'epoca imperiale i tombini riportavano l'effige di una divinità nell'atto d'inghiottire l'acqua piovana. Solo nel Medioevo si diffusero le varie storie e leggende relative ai presunti poteri magici della Bocca della Verità.
Al giorno d'oggi intorno al luogo circolano numerose storie e leggende ricche di fascino antico. Secondo alcuni anche ai giorni nostri la Bocca della Verità nasconde molti poteri ancora tutti da scoprire. Le varie storie e leggende, del resto, hanno creato intorno al luogo un grande alone di mistero.

Vuoi soggiornare a Roma?

Per questa location ti consigliamo Hotel Panama Garden, ideale per scoprire Roma grazie alla sua posizione strategica.

06/08/2018
Bocca della VeritàLeggende RomaneRione RipaCentro Storico Roma

Questo sito si avvale di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie consulta la cookie policy. Cliccando sul pulsante Acconsento si autorizza l'uso dei cookie.

ACCONSENTO